Function not Fashion

Chi siamo

Il Nostro Staff

Patrizia Lodigiani, nasce dalla ginnastica artistica praticata in giovanissima età per poi dedicarsi al fitness e diventarne insegnante. Durante il suo percorso professionale diventa operatrice Shiatsu diplomandosi con l’Accademia Italiana Shiatsu Do. Il futuro però ha altro in serbo per lei. Praticante e appasionata di yoga sin dall’adolescenza, negli anni, la sua passione  prende il sopravvento fino a spingerla ad  intraprendere il percorso prima come insegnante di yoga diplomandosi con le 500 ore della scuola Hari Om per cui diventa anche docente nei corsi di formazione. In seguito si  specializza in Yoga Terapia, Yoga per Gestanti, e inizia a frequentare altri stili di yoga come Ashtanga Yoga Vinyasa e Hataha yoga per approfondire e integrare la sua pratica quotidiana. Attingendo ad oltre 20 anni di esperienza nella pratica di differenti stili e della docenza decide di fondare una sua scuola di formazione professionale e amatoriale per insegnanti di yoga di stile tantrico: Svadharma Accademy. www.svadharma.it La scuola offre corsi di formazione permanente. Si occupa della sezione Yoga del Centro DEA e della formazione e aggiornamento costante degli insegnanti. La sua filosofia? “Pratica e tutto arriverà” – Patthabi Jois

 

 Raffaela Cucurnia, pratica sport fin da bambina passando dal  tennis, al nuoto, fino alle arti marziali ottenedo ottimi risultati e classificandosi quasi sempre come migliore della sua categoria. Inizia la sua carriera come personal trainer certificandosi con una delle migliori scuole per personal trainer, ISSA Europe, dopo anni di esperienza decide di approcciare alla manipolazione, diplomandosi anch’essa all’Accademia Italiana Shiatsu Do operatrice Shiatsu, e al personal training posturale. Diventa così insegnante di Pilates, percorso completo matwork, piccoli e grandi attrezzi, studiando con Jolita Ann Trahan del Pilates Network di Firenze. Appassionandosi sempre di più all’aspetto posturale a alle infinite possibilità del movimento umano si reca a Lugano, in Svizzara, per studiare nuovi approcci di movimento funzionale e tuttora è sempre alla ricerca di nuove esperienze di movimento per sé e i suoi allievi al fine di garantirgli i migliori risultati di benessere e forma fisica. Si occupa della sezione Movimento e Postura del Centro DEA.

 

Ilaria Verità pratica nuoto a livello agonistico fin da bambina diventando presto una sincronette. Incontra il suo vero amore più tardi: l’equitazione, praticata prima a livello amatoriale e poi a livello agonistico nell’endurance con il suo Borgoforte, detto borgo, un magnifico purosangue arabo. Si appassiona alla disciplina yoga e poi, quasi per caso in seguito ad un infortuinio, prova un corso di Pilates con Raffaela, rimanendo affascinata dai grandi benefici che questa disciplina può dare. L’interesse per il Metodo Pilates l’ha portata ad intraprendere il percorso formativo come insegnante, scoprendo, oltre alla passione per la pratica, anche quella per l’insegnamento, per lo studio della postura e degli esercizi del Metodo.

 

Paolo Fedeli si avvicina ed inizia ad interessarsi allo yoga nel 2013, in un momento di grande cambiamento nella sua vita: e scocca  un vero e proprio colpo di fulmine! Sin da subito prova grande interesse per tutta la filosofia yogica che risuona in maniera particolare e sorprendente con ciò che è il suo modo di essere: ed è così che inizia a praticare giornalmente. Col passare del tempo affiora in lui il desiderio di intraprendere un percorso formativo, in modo da poter approfondire le sue conoscenze in questo ambito e anche per prepararsi e formarsi in vista di un eventuale e futuro insegnamento. Così, presso l’Asd Il Laboratorio di Varese intraprende e conclude il percorso formativo di 500 ore sotto la guida ed insegnamento del maestro Massimo Gatto, ed inizia ad insegnare nel settembre del 2016. Durante questi anni si è confrontato con diversi stili e maestri, partecipando a corsi e seminari, andando così ad integrare sia la propria pratica che la preparazione, aggiornando costantemente il  suo metodo di insegnamento. In particolare, si avvicina nel 2016 agli insegnamenti del maestro Paramahansa Yogananda frequentando il centro Ananda di Assisi, intensificando la pratica meditativa, divenendo suo discepolo nel 2018,e venendo iniziato al Kriya Yoga, nel 2019. E così, ora, nell’insegnamento, propone uno stile frutto di questa integrazione, una pratica in cui si alternano fasi statiche a fasi dinamiche stimolando un ascolto sempre più profondo in modo da rimuovere tutto ciò che ostruisce una chiara percezione di sé stessi.

La sua frase preferita “Nel centro di ogni singolo movimento  si trova equilibrio , nel cuore di ogni respiro si trova la pace, oltre i propri pensieri si riscopre la beatitudine: facendo spazio in ciò che non appartiene all’essere umano, emerge la sua infinita essenza”.

 

Laura Della Bella per lei lo yoga è stato amore alla “prima pratica” e dopo solo pochi mesi, quando le viene prospettata la possibilità di intraprendere un percorso formativo, accetta seppur  scettica sul fatto di riuscire a portarlo a termine, a sua detta, data l’età e la rigidità del suo corpo. Patrizia Lodigiani, la sua insegnante di Yoga e docente della scuola di formazione, la sprona a prendere seriamente la sua proposta ritenendo fermamente che lo yoga non sia fare complesse acrobazie, ma che ognuno possa trovare una sua strada di crescita fisica, personale e spirituale in questa affascinante disciplina. Così Laura, nonostante le sue iniziali perplessità, nel 2019 completa il percorso di studio di 650h (attestato nazionale Csen – CONI) presso la Scuola per insegnanti di yoga “Svadharma” del Centro DEA di Legnano. Nell’assoluta convinzione che lo yoga “cambia la vita” a chi lo pratica  intraprende l’attività di insegnante; proprio per poter condividere con gli altri tutti i benefici della pratica. Dice: “Amo insegnare yoga e vedere gli effetti benefici che questa disciplina ha su chi vi si avvicina e decide di praticare.” Per amore dei suoi allievi e per se stessa la sua formazione non ha mai fine, poiché lo yoga e la sua pratica non possono essere considerati un punto di arrivo, ma un viaggio in continua evoluzione. Finora ha frequentato: Continuing education techniques training presso la Scuola Svadharma di Legnano con approfondimenti su : asana – pranayama – mudra – chakra – meditazione – medicina ayurvedica – yoga nidra; Contact hours of continuing education techniques training & practice di Yin Yoga con Arelay Torres, e-ryt 200; Contact hours of continuing education techniques training & practice di restorative yoga; Teacher training Yogabeats – level 1 con David Sye Yogabeats Founder.

La sua frase preferita “Lo yoga non cambia solo il modo in cui vediamo le cose, trasforma la persona che vede” B.K.S. Iyengar

 

Stefania Rughetti dopo anni di sport praticato a livello agonistico e amatoriale, scopre il mondo dello yoga nel 2013 quando la sua insegnante di Yoga e Pilates dell’epoca, Patrizia Lodigiani, le propone di fare una lezione di prova presso il suo Centro…e da lì non si è più spostata. Lo yoga era ed è la sua oasi di pace, la necessità di avere uno spazio per fermarsi e separarsi dal mondo frenetico intorno e concentrarsi su sé stessa muovendo il corpo e allenando anche la mente. La sua insegnante di yoga ha avviato un corso di formazione al quale l’ha invitata a partecipare e le ha permesso di diplomarsi presso la sua scuola di formazione professionale per insegnanti di yoga del Centro DEA di Legnano – Svadharma, nel 2019 dopo un corso completo di 650 ore con attestato riconosciuto a livello nazionale CSEN-CONI. Inizialmente titubante, comincia ad insegnare con la voglia di “fare la differenza”, di trasmettere quello che ha provato nei suoi pochi anni di pratica, in quanto convinta che lo yoga cambi realmente l’approccio a come si affrontano la vita e le sfide di tutti i giorni. Intraprende inoltre il corso di “Teacher Training Yogabeats – level 1” con David Sye, fondatore ed insegnante di questo metodo. Il suo Yogabeats vuole essere puro divertimento, una pratica guidata dalla musica e dai ritmi, che non usa posizioni fisse quanto piuttosto micromosse e movimenti continui. L’obiettivo è di lasciarsi andare e divertirsi, ottenendo vitalità, equilibrio e flessibilità, indipendentemente dall’età o dall’esperienza.Poiché la “bambina che c’è in lei” è molto presente, decide di intraprendere un corso per diventare insegnante yoga bimbi e nel gennaio del 2019 si diploma presso la scuola Balyayoga di Milano; tramite il gioco e le asana, cerca di trasmettere a piccoli yogi dai 3 agli 11 anni i benefici di questa millenaria disciplina.

La sua frase preferita “Lo yoga vi permette di trovare un nuovo tipo di libertà che voi non sapevate persino esistesse.” B.K.S. Iyengar